Strade agro-silvo-pastorali

Caro concittadino
 
come già ribadito con lettera distribuita a tutta la popolazione nei giorni scorsi, dal 25/10/2010 entreranno in vigore le disposizioni per il transito in strade agro silvo pastorali. Avendo ricevuto varie richieste di spiegazione, questa Amministrazione intende fornire una panoramica più ampia sull'argomento attraverso le seguenti domande/risposte e gli allegati elenco delle strade classificate come agro-silvo-pastorali e regolamento, specificando anticipatamente che presso le sale del Comune saremo presenti, per fornire ulteriori spiegazioni, venerdì 15 e 22 ottobre 2010 dalle 18.00 alle 19.00.
A seguito di alcune modifiche al regolamento approvate con delibera del Consiglio Comunale n. 21 del 16-11-2010 si consiglia di consultare la copia del regolamento modificata presente in questa pagina.
 
- Chi deve richiedere il permesso di transito? Da quando?
- Il permesso deve essere richiesto in Comune da chi vuole percorrere con auto, moto, trattori o altri automezzi le strade nell'elenco allegato e segnalate dai cartelli di divieto all'inizio delle stesse.
Le tariffe entreranno in vigore il 25 ottobre 2010.
 
- Quanti permessi servono per una famiglia?
- È sufficiente un solo permesso ed è valido anche per discendenti e ascendenti di primo grado (figli e genitori), affini di primo grado (suoceri, generi e nuore), coniuge o convivente more uxorio del richiedente.

  

- Devo utilizzare mezzi diversi. Di quanti permessi ho bisogno?
- Un permesso basta per 4 targhe.
 
- Quanto costa il permesso per raggiungere un immobile (fabbricati o terreni) di mia proprietà o in affitto?
- Il permesso in questo caso, per le strade necessarie a raggiungere l'immobile, è gratuito e deve comunque essere richiesto in comune ed esposto sui mezzi.
 
- Non devo pagare perchè sono proprietario (o affittuario) di un immobile servito da una strada agro-silvo-pastorale. Se venisse qualcuno a trovarmi, che cosa deve fare?
- Dovrà fare un permesso giornaliero o della durata di utilizzo di quella strada.

 
- Quanti permessi servono per tutte le strade? Quanto si paga? Basta un solo permesso. Gli importi dipendono dalla durata e dalla residenza e sono indicati nella seguente tabella:
Durata       Residenti         Non residenti
Giorno       € 1,50             € 3,00
Settimana € 5,00             € 8,00
Mese         € 10,00           € 15,00
Anno         € 35,00           € 50,00
 

 
 

I portatori di handicap hanno diritto al permesso gratuito che deve essere comunque richiesto in comune.

 
- Quanto costa il permesso per una strada?
- La metà di un permesso per tutte le strade, tranne l'importo del giornaliero che non cambia.
 
- Sono residente. Perché devo pagare il permesso?
- La Regione Lombardia, con circolare n. 11/2008 indica che <…non può essere deliberata la gratuità al transito per i cittadini solo perché residenti o nativi del comune; infatti, al fine di garantire la manutenzione delle strade, risulta necessario stabilire un transito oneroso ovvero, in alternativa l’effettuazione della “giornata delle strade”. >
 
- Che cosa è la “Giornata delle strade”? Perchè partecipare?
- La giornata sarà dedicata alla pulizia di una o più strade agro-silvo-pastorali alla quale potrà partecipare sotto propria responsabilità chiunque volesse un permesso gratuito di sei mesi.
Per partecipare ci si deve iscrivere presso il Comune comunicando i dati dei beneficiari del permesso e i dati delle targhe.
La prima giornata delle strade è fissata per il 16 ottobre 2010 o il sabato successivo in caso di maltempo. Ritrovo presso la piazza del Comune alle ore 8:00
 
- Perchè l'Amministrazione ha deciso di classificare queste strade come agro-silvo-pastorali?
- L'Amministrazione si è adeguata a quanto richiesto dalla Regione Lombardia con la Direttiva approvata con Deliberazione di Giunta Regionale n.7/14016 del 08/08/2003. Si noti che dal 2003, anche dalla Comunità Montana, venne segnalata più volte l'importanza di inserire questo tipo di strade nel Piano della Viabilità agro-silvo-pastorale. Non farlo infatti comporta:
  - l'impossibilità di richiedere contributi regionali e comunitari per la manutenzione straordinaria
- dover sottoporre queste strade al codice della strada e l'imposizione ai comuni di adottare tutti gli accorgimenti costruttivi (gard rail, muri, ecc.) tali da rendere le strade conformi al codice della strada. Evidentemente per il nostro paese sarebbe economicamente insostenibile e spesso impossibile in pratica.
 
Tutto ciò dovrebbe quindi chiarire che i divieti di transito e le tariffe per i permessi non sono imposti dall'Amministrazione per “fare cassa” ma, al contrario sono necessari per ottenere contributi e creare un fondo per la manutenzione ordinaria di queste strade.
 
Nella speranza di aver fornito delle utili spiegazioni, l’Amministrazione Comunale coglie l’occasione per porgere Cordiali Saluti.
 
 

AllegatoDimensione
FACSIMILE DOMANDA DI AUTORIZZAZIONE AL TRANSITO.doc15.5 KB
comunicazione giornata delle strade e tariffe.pdf219.33 KB
regolamento viabilità vasp CC 44-2009 e 21-2010 Treviso Bresciano.pdf178.51 KB